Adozioni Consapevoli

IL NOSTRO PROGETTO:

ADOZIONE CONSAPEVOLE

Il nostro Progetto: Adozione Consapevole

Il rifugio “Il Bosco di Archimede” ha creato e segue un percorso di “adozioni consapevoli”.

I cani ospiti al rifugio vengono presentati e inseriti nelle famiglie seguendo tre passaggi fondamentali. Questo al fine di tutelare sia il cane sia la famiglia adottante, in quanto la situazione iniziale è di incontro tra individui e realtà che non si conoscono e possono presentare storie e necessità diverse.

L’adozione è un atto responsabile e importante che durerà tutta la vita per il cane, e comporterà per lui una grossa differenza tra vivere una situazione piuttosto che un’altra. Quando accade che un cane viene inserito in una famiglia le cui necessità e caratteristiche non incontrano quelle del cane, può avvenire che il cane debba tornare in rifugio e questo rappresenta un grosso trauma per il cane, che vogliamo evitare.

L’iter è composto da tre passaggi:

1. L’incontro con il cane, che può essere stato visto dalla famiglia che si propone come adottante o proposto dai volontari del rifugio. Ciò che si va ad osservare sono le caratteristiche individuali del cane e della famiglia, come e se possono incontrarsi e integrarsi. Viene richiesto di incontrare il cane più volte al rifugio, magari uscire a spasso con lei/lui, per cominciare a conoscersi. Il numero minimo è di 3 incontri col cane che si vorrebbe adottare e/o che è stato reputato idoneo per l’adozione, a cui far seguire altri incontri con eventuali altri cani già presenti nel nucleo familiare. Gli incontri tra cani vengono effettuati in un’area recintata a 5 minuti dal rifugio. Vogliamo che al momento dell’inserimento in famiglia il cane conosca già ogni individuo con cui condividerà la propria vita. Questo serve anche per osservare comportamenti, personalità, modalità di adattamento, che permettono alla famiglia di supportare se stessa e il cane al meglio.

2. L’incontro con la consulente delle relazioni interspecifiche attiva al rifugio per la conoscenza delle caratteristiche del cane, sia come specie che come individuo. Cerchiamo di fornire le informazioni utili e indispensabili per la convivenza con un essere di specie diversa, a maggior ragione che negli ultimi anni si sono scoperte molte cose sulla mente e sulle emozioni di cani e umani e sulle loro relazioni. Tali informazioni non si incontrano nei percorsi scolari e non fanno parte della cultura, se non come luoghi comuni spesso solo parzialmente corretti o infondati, per cui riteniamo importante fornirle.

3. Il preaffido, che si compone della compilazione del modulo e della visita di un volontario in quello che sarà l’ambiente di vita del cane

“Primo segno di un animo equilibrato è la capacità di starsene tranquilli in un posto e in compagnia di sé stessi”
Seneca

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: